DAILY NEWS

16/01/2017

Day 6 24,59 Oberoi Grand Kolkata

Lui appartiene alla lista degli alberghi in cui passare una notte nella vita.
Vado in una città nuova e per prima cosa cerco l'albergo storico, quello con una storia, quello dove mille vite e mille situazioni si sono intrecciate, creandone il mistero.
è difficile raccontare cosa mi muove davvero.
Non è certo il lusso.
Credo siano gli strati di passato.
Il desiderio di sentire quello che è successo tra quelle mura.
La mia vista seleziona automaticamente e non vede e non registra l'esubero di ottoni lucidi, le mediocri nuove sale per la colazione, nemmeno gli ombrelloni in piscina giallo canarino.
Il mio sguardo si ferma su dettagli del passato che per fortuna sono rimasti lì. Intonsi.
Divini.
La storia dell'Oberoi di Calcutta è indissolubilmente legata al periodo coloniale.
Primo albergo della catena Oberoi in India e' una costruzione bianca di panna montata, immersa, circondata da un mercato frenetico e densissimo.
Nella sua Ball Room che stamattina sono andata a visitare, i matrimoni sontuosi di oggi sostituiscono le grandi feste da ballo del periodo d'oro.
Nato nel 1911 come residenza del Colonnello Grand fu trasformato prima in teatro e solo negli anni 30 divento'albergo.
Come spesso succede negli alberghi storici leggende e misteri lo avvolgono.
La spa è nell'ala più vecchia, rimasta incredibilmente affascinante tra corridoi infiniti ed enormi stanze piene di stucchi e vasche da bagno very British.
Stamattina ci ho fatto un massaggio ed è stato pazzesco.
Passarci tre giorni un'avventura.
Ritornarci la sera dopo una giornata intera passata in una delle città più difficili del mondo dove bellezza e miseria sono indissolubilmente intrecciate, un regalo ed un privilegio.
Arrivederci Calcutta.
Come immaginavo 3 giorni da te sono come 30 giorni in qualsiasi altro luogo.
Avrei mille altre cose da raccontare ma ora è notte fonda, tempo di fermarsi e lasciare sedimentare l'infinità di emozioni provate ed accumulate in questi giorni.
Elaborarle e tenerle per sempre dentro al cuore.
-continua-
(Nella foto la meraviglia di aver provato ad avvolgermi in 6 metri di un saree di seta tessuta a mano in un luogo molto speciale, ma questa è un'altra storia...)



Day 6 24,59 Oberoi Grand Kolkata

Lui appartiene alla lista degli alberghi in cui passare una notte nella vita.
Vado in una città nuova e per prima cosa cerco l'albergo storico, quello con una storia, quello dove mille vite e mille situazioni si sono intrecciate, creandone il mistero.
è difficile raccontare cosa mi muove davvero.
Non è certo il lusso.
Credo siano gli strati di passato.
Il desiderio di sentire quello che è successo tra quelle mura.
La mia vista seleziona automaticamente e non vede e non registra l'esubero di ottoni lucidi, le mediocri nuove sale per la colazione, nemmeno gli ombrelloni in piscina giallo canarino.
Il mio sguardo si ferma su dettagli del passato che per fortuna sono rimasti lì. Intonsi.
Divini.
La storia dell'Oberoi di Calcutta è indissolubilmente legata al periodo coloniale.
Primo albergo della catena Oberoi in India e' una costruzione bianca di panna montata, immersa, circondata da un mercato frenetico e densissimo.
Nella sua Ball Room che stamattina sono andata a visitare, i matrimoni sontuosi di oggi sostituiscono le grandi feste da ballo del periodo d'oro.
Nato nel 1911 come residenza del Colonnello Grand fu trasformato prima in teatro e solo negli anni 30 divento'albergo.
Come spesso succede negli alberghi storici leggende e misteri lo avvolgono.
La spa è nell'ala più vecchia, rimasta incredibilmente affascinante tra corridoi infiniti ed enormi stanze piene di stucchi e vasche da bagno very British.
Stamattina ci ho fatto un massaggio ed è stato pazzesco.
Passarci tre giorni un'avventura.
Ritornarci la sera dopo una giornata intera passata in una delle città più difficili del mondo dove bellezza e miseria sono indissolubilmente intrecciate, un regalo ed un privilegio.
Arrivederci Calcutta.
Come immaginavo 3 giorni da te sono come 30 giorni in qualsiasi altro luogo.
Avrei mille altre cose da raccontare ma ora è notte fonda, tempo di fermarsi e lasciare sedimentare l'infinità di emozioni provate ed accumulate in questi giorni.
Elaborarle e tenerle per sempre dentro al cuore.
-continua-
(Nella foto la meraviglia di aver provato ad avvolgermi in 6 metri di un saree di seta tessuta a mano in un luogo molto speciale, ma questa è un'altra storia...)



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontacts DIVINE SHOPAtelieREvents

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS