DAILY NEWS

25/02/2017

Londra Day2 theSketchExperience

Rosa.
Una marea infinita di rosa.
Come piace a me.
Rosa di carattere, per nulla zuccherino.
Rosa combattivo ma morbido, di velluti infiniti e muri opachi.
Rosa avvolgente, di carattere forte e deciso.
Dichiarato.
Il rosa meno romantico che io abbia mai visto in vita mia.
Rosa nelle pareti, nel soffitto a cupola, nelle panche morbide di velluto e nelle poltroncine come fiori corposi.
E poi quei dettagli di rame, che poi è un oro rosato meraviglioso, ovunque.
Una sala bellissima, disegnata da India Mahdavi, decoratrice geniale che ha creato un luogo, a metà strada tra la Hollywood degli anni 40 e il futuro immaginato.
Lo Sketch, storico ristorante aperto nel 2002 nel palazzo settecentesco che fu anche la sede di Christian Dior, famoso per i bagni con le uova giganti, e per mescolare cibo e arte, in questa sala super rosa trova il suo massimo fulgore e ieri sera ha appagato in modo sublime e come raramente succede, la mia nevrosi costante e spesso frustrata per l'estetica dei dettagli.
Che poi non si sia mangiato così bene, e nemmeno bevuto così bene è un'altra storia, che preferisco lasciar cadere nell'oblio, ricordandomi solo la bellezza e il coraggio femminile di quel luogo straordinariamente e totalmente rosa e il privilegio di essere stata a cena con le persone che più amo al mondo.
-continua-



Londra Day2 theSketchExperience

Rosa.
Una marea infinita di rosa.
Come piace a me.
Rosa di carattere, per nulla zuccherino.
Rosa combattivo ma morbido, di velluti infiniti e muri opachi.
Rosa avvolgente, di carattere forte e deciso.
Dichiarato.
Il rosa meno romantico che io abbia mai visto in vita mia.
Rosa nelle pareti, nel soffitto a cupola, nelle panche morbide di velluto e nelle poltroncine come fiori corposi.
E poi quei dettagli di rame, che poi è un oro rosato meraviglioso, ovunque.
Una sala bellissima, disegnata da India Mahdavi, decoratrice geniale che ha creato un luogo, a metà strada tra la Hollywood degli anni 40 e il futuro immaginato.
Lo Sketch, storico ristorante aperto nel 2002 nel palazzo settecentesco che fu anche la sede di Christian Dior, famoso per i bagni con le uova giganti, e per mescolare cibo e arte, in questa sala super rosa trova il suo massimo fulgore e ieri sera ha appagato in modo sublime e come raramente succede, la mia nevrosi costante e spesso frustrata per l'estetica dei dettagli.
Che poi non si sia mangiato così bene, e nemmeno bevuto così bene è un'altra storia, che preferisco lasciar cadere nell'oblio, ricordandomi solo la bellezza e il coraggio femminile di quel luogo straordinariamente e totalmente rosa e il privilegio di essere stata a cena con le persone che più amo al mondo.
-continua-



PHILOSOPHYvideosGALLERYDAILYNEWScontacts DIVINE SHOPAtelieREvents

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy
P.IVA 01175420254 CREDITS

© DIVINE ROSE SRL 2007-2018Policy Privacy P.IVA 01175420254 CREDITS